Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Stefano Panozzo

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

45 poesie:



La più letta…

    La sua poesia più letta:

  • Sei te

Pubblica in…

Ha una biografia…

Stefano Panozzo Leggi la biografia di questo autore!




Poesie più recenti
nel sito:

Nulla più

Ribellione

Stefano Panozzo

Poesia pubblicata il 15/02/2019 | 221 letture

Non ho più sogni per te!
Se le anime alle quali affido il vento potessero parlare!
Non ho più fiori da dare, tanto non li sai curare.
Non ho piu niente dalla mia,
ho preso i miei giorni per quanto fossero pesanti e neri,
li ho resi veri per indicarti la via se mai facessi ritorno,
un giorno.
E ti lascerei passare, scansandomi di lato
senza voltare lo sguardo verso il tuo pallido orizzonte,
quello calpesto e malandato,
per non lasciar pensiero alle meridiane,
che raccontano il tuo evo,
scevro della voce e del lieto conversare,
che sappiano placare orizzonti di fuoco,
lasciando di sé i segni del coraggio,
come una stella a far brill’occhio ad ogni passaggio.
E se la presenza tua fosse meno vento e piu tempesta?
non importa se il cielo ti vede
e sopra a quale testa. Importa che sei qua,
debuttante allo sbaraglio, che vieni e vai,
cupidamente scagliando i tuoi dardi,
per lasciarmi credere quanto sia verace sognare
e lasciare me e i miei sogni eternamente riposare.
Sperduti al tuo soffiare sulle anime mortali,
sei Dea, per usucapione, impàri e mortale,
perché se le parole sapessero contare
e segnar la gloria di un momento,
allora dimmi, perché rimango sgomento?
Io domando, chiedo e non commento,
allorché non posso e non elargisco falsa ragione,
non ho pregio e son di parte,
quella che ho perduto nella vita,
sotto le macerie di un castello tuo di carte,
fatto di ori e di bastoni, di inutili ragioni
ove la coscienza ripulita cade,
trafitta dalla regina di spade nel cuor del Re,
e i suoi miseri perché.
 
<< Successiva
<< Successiva di Stefano PanozzoPrecedente di Stefano Panozzo >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: