Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Floriano Rubiano Fila

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti
nel sito:

Reciterò una poesia senza capo né coda

Introspezione

Floriano Rubiano Fila

Poesia pubblicata il 19/04/2019 | 163 letture

Per una volta nell’abbandono del tempo
reciterò una poesia senza capo né coda
in faccia ai sassi doloranti dell’argine,
davanti alle case disfatte in golena
rincorrendo l’acqua cangiante del fiume.

Una poesia senza limiti e regole.
Semplice, nuda e volgare
come labbra di donna dischiuse,
come fango attaccato alle suole
che rimbalzi di pianto in risata
e si appenda alle orecchie di Dio.

Rallenterà il sole l’alba d’ottobre
per lasciarmi il tempo
di disegnare cerchi vuoti nell’aria
con parole ordinarie e impazzite,
per un canto mansueto di nuvole
che trascineranno nel cielo
voli di draghi arruffati,
balene ingobbite
e profili di donna passati e sfuggenti.
Sarà un popolo di miraggi,
una cavalcata di sogni sfuggiti alla notte
e sarà poesia senza capo né coda
intinta nelle bocche mute dei pesci.

Reciterò a bocca piena
tenendo lunghe le pause.
imiterò le braccia degli alberi
per allargare la parola allo spazio
e scaglierò nel fiume
il sasso scritto a memoria
perché rotoli al mare e si sciolga.

Sarà allegra sotto i piedi anche l’erba bagnata
e per un giorno l’averla assassina
dimenticherà la sua passione di spine
mentre io, forse ricorderò
in quale altra vita
e su quale altro argine
sono stato felice.
 
<< Successiva
<< Successiva di Floriano Rubiano FilaPrecedente di Floriano Rubiano Fila >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: