Poesia Nuova Nuovi poeti proposti da Scrivere

Pasquale Vulcano

Ha scritto anche…

Ultime poesie pubblicate:

Ha pubblicato…

210 poesie:



La più letta…

Pubblica in…




Poesie più recenti
nel sito:

N’acèddu ‘nta na càggia

Dialettali

Pasquale Vulcano

Poesia pubblicata il 27/04/2020 | 142 letture

Cànta n’acèddu ‘nta na càggia d’òru,
pàri chi chiàgne come ‘ppè mi diri:
-- Pecchì mi tèni chiùsu ‘ppè suffrìri?
Si ancòra rèstu ccà,mègghiu ca mòru!

Son fàttu ‘ppè vulàri ammènz’o cèlu,
’ppè fiutàri l’oduri di li sciùri,
sùpra sta tèrra cchìna di culùri,
sùlu, ccà trèmu tùttu e po’ mi gèlu! –

Mi pàrra o còri e a ll’ òcchi scìnne u chiàntu;
Jiàpr’u spurtèllu e làssu ch’ ìllu vòla!
È ‘mbèrnu e cchiòvi e nnènti lu scunzòla;
lìbberu fòra va e mànna u càntu!

E còme ‘nto prodìggiu c’è chi spèra,
tùttu s’acquèta ‘n cèlu e cchiàru tòrna;
inzèm’a l’àtri acèddu se cuntòrna
e cànta e vòla com’a primavèra!

A libbertà è nu bbèni di cuscènza,
pàrra d’amùri e làss’a ccàs’a scènza!

Vògghiu vulàri fòr’i sta priggiòne,
cantàri com’aceddu na canzòne



L’UCCELLO IN GABBIA
Canta l’uccello in una gabbia d’oro;
pare che piange come per mi dire:
-- Perché mi tieni chiuso, per soffrire?
Se ancora resto qua, meglio morire!

Son fatto per volare in mezzo al cielo,
per fiutare il profumo dei fiori
su questa terra piena di colori,
solo, qui tremo tutto e poi mi gelo-

Mi parla il cuore e agli occhi scende il pianto,
apro la porta e lascio che lui vola;
è inverno e piove e niente lo sconsola;
libero, fuori va e manda un canto!

E, come in un prodigio, c’è chi spera,
tutto si calma in cielo e il chiaro torna,
insieme agli altri uccelli si contorna,
e canta e vola come a primavera!

La libertà è un bene di coscienza,
parla d’amore e lascia a casa la scienza!

Voglio volare fuori da questa prigione,
cantare come l’uccello una canzone!
N’acèddu ‘nta na càggia

Nota dell'autore:

«sonetto elisabettiano rinforzato/Schema metrico
ABBA CDDC EFFE GHHG II LL
»

 
<< SuccessivaPrecedente >>
<< Successiva di Pasquale VulcanoPrecedente di Pasquale Vulcano >>
 

Opera pubblicata ai sensi della Legge 22 aprile 1941 n. 633, Capo IV, Sezione II, e sue modificazioni. Ne è vietata qualsiasi riproduzione, totale o parziale, nonché qualsiasi utilizzazione in qualunque forma, senza il consenso dell'Autore.


Sito di poesia: pubblicare poesie su Internet

Archivio poesie:

Gli autori: